Home / Spettacoli / Milano / Teatro Martinitt, Milano #Inscena “L’accompagno di papà” fino all’8 maggio

Teatro Martinitt, Milano #Inscena “L’accompagno di papà” fino all’8 maggio

Milano L'Accompagno di papàdi Gaiaitalia.com

 

 

 

 

 

 

 

 

Sul palco del Martinitt è al debutto una commedia dolce-amara condita da tanta  ironia, un tocco di romanticismo e un pizzico di mistero. Tre personaggi al bivio che vedono la strada nell’assegno di invalidità di un anziano. Ma l’invalido dov’è finito? A portarla in scena, dal 21 aprile all’8 maggio, una compagnia di doppiatori che per una volta… ci mettono la faccia.

Sarebbe da chiudere gli occhi e riconoscere negli attori in scena voci familiari del piccolo e grande schermo –come quella di Michael J. Fox in Ritorno al Futuro e del vicino di casa Simpson, tra i tanti doppiati per esempio da Teo Bellia- ma noi invitiamo invece caldamente il pubblico ad aprirli bene gli occhi e godersi uno spettacolo inedito, con bravi interpreti. Una compagnia di doppiatori che ci mette la faccia e porta in scena uno spettacolo fresco e agrodolce, al debutto assoluto. Un quadro di disagio sociale, ispirato a un fatto di cronaca, in cui un giovane saccopelista, sua sorella manovratrice e un medico in fuga dalla famiglia mettono gli occhi sull’assegno d’invalidità di un moribondo, tra l’altro misteriosamente sparito nel nulla. Dove sarà finito l’anziano? Finale… da brividi!

“L’accompagno” non è soltanto un’espressione garbata da dire a qualcuno che sta camminando da solo… E’ anche la contrazione di “assegno di accompagnamento”, un sostegno economico che lo Stato concede alle persone con un alto grado d’invalidità. Questo assegno fa comodo a Lucia, giovane donna divorziata e licenziata, per sé e per il suo vecchio genitore con il quale condivide ormai casa e pensione. Fa comodo al dottor Mario Magnesio, burocrate, cui Lucia si è “concessa” per sveltire le pratiche. Fa comodo però anche al fratello di Lucia, Gino, che, tornato a casa da Berlino, non ha più voglia di tentare la fortuna all’estero e vorrebbe sistemarsi. Insomma, tutti sperano di vivere ancora sulle spalle del vecchio genitore… che però non si trova. Un giallo divertente che fine avrà fatto papà? Le ipotesi sono tante…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(20 aprile 2016)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2016 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

admin

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi