19 C
Roma
giovedì, Ottobre 6, 2022
HomeCopertinaAl Teatro Le Sedie di Roma "Racconti a una voce" di Andrea...

Al Teatro Le Sedie di Roma “Racconti a una voce” di Andrea Pergolari. Il 15 aprile

di Redazione Teatro

Venerdì 15 aprile il Teatro Le Sedie ospita la presentazione del libro “Racconti a una voce”, nuovo lavoro di Andrea Pergolari, scrittore, sceneggiatore, regista e Direttore Artistico del Teatro. In occasione dell’evento, Emanuele Salce e Manuela Lomeo danno voce ad alcune pagine del libro, edito da Porto Seguro Editore. Racconti a una voce è una raccolta di sedici racconti, ognuno espressione di una forma diversa: dal racconto di genere all’apologo, dalla poesia in prosa, al diario, alla confessione impudica.

Sono piccoli racconti fantastici, osservazioni, notazioni, pagine di diario, confessioni, lampi della memoria: tanti monologhi di varia lunghezza, tutti narrati in prima persona, mettendo a nudo le ansie, i balbettamenti, le delusioni, le fobie, le idiosincrasie di un’umanità, forse inadeguata alla realtà. E su tutto, a incombere, l’ombra inesorabile della fine del Tempo. L’autore nomina due poeti, numi tutelari della sua opera: da François Villon, il primo dei “poeti maledetti”, e dal romano Giuseppe Gioachino Belli, deriva il suo rapporto con il Tempo, la Memoria e la Morte.

Nella galleria di personaggi si affaccia Betty, che sbarca il lunario cucinando pinguini; l’uomo che sente una puzza insopportabile in casa, senza capacitarsi da dove venga; due ragazzi che prendono sempre lo stesso treno e scendono sempre alla stessa fermata, senza mai rivolgersi parola.

Sono le storie di molti e  di tutti, un contatto diretto con la realtà, uno sprofondare nelle emozioni senza filtri, ma anche un modo di vivere la scrittura come esercizio di analisi, pulsione irresistibile, compulsione, esorcismo della morte.  Tutto questo è “Racconti a una voce”, ma anche molto di più.

 

(12 aprile 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


POTREBBERO INTERESSARTI
Pubblicità

I PIU' LETTI